Moncler Lyon Jacket Blue

Con Stella McCartney è un gran bel lavoro su leggerezze e volumi: drappeggi e ruote, balze e sbuffi. Una coulisse qua e una là e tutto prende forma. Vagamente moschettiera la ragazza, con i lunghi stivali e poi mini abiti, maxi pull, cappe e cappotti vestaglia.

Sul fronte delle materie prime, poco dopo l’avvio in forte ribasso del Nyse, il petrolio scivolato sotto i 39 dollari al barile (38,9) per poi risalire a 39,18 dollari. A Londra, il Brent ha rispecchiato l’andamento del Wti e ha toccato il minimo infraday di 42,5 dollari per poi risalire a 43,5 dollari. L’Euro invece si rafforza sul dollaro (+2%) e supera 1,158 dollari, tornando ai massimi da gennaio..

Nel 1954 , Lino Lacedelli e Achille Compagnoni conquistano la vetta del celebre K2 a 8611 metri d Addosso, un equipaggiamento speciale targato Moncler, che permette loro di sopportare le condizioni ambientali decisamente impervie e diventare il duo dei record. Dopo sessant la collaborazione fruttosa si rinnova per una nuova impresa al cardiopalmo. Si tratta della spedizione del K2 Sixty Years Later; un ritorno sulle pendici del celebre monte a sessant dalla prima scalata.

“Ogni edizione di Pitti Uomo è sempre un grande film sulla moda che ha per protagonisti marchi, aziende, buyers, giornalisti, influencer e visitatori da tutto il mondo”, racconta Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine che lancia il tema cinema e la nascita di un vero Movie theatres district in Fortezza, tra manifesti, blockbuster, film cult ed inediti e la rappresentazione sul Piazzale di un Palazzo del Cinema di Pitti Uomo. “Ci saranno poltrone e sale dove poter vedere 11 film prodotti da Pitti, come se si fosse su un set vero”, continua Poletto che racconta come Antonio Cristaudo, il responsabile dello scouting dei marchi al salone abbia ricevuto stavolta 600 proposte di ingresso che si sono alla fine trasformate in 100 partecipazioni in Fortezza, frutto di una ricerca costante e di intelligente sperimentazione. Da un padiglione all’altro delle 14 sezioni del salone ci sarà spazio per thriller e film d’avventura, d’azione e sportivi, con layout e direzione creativa di Sergio Colantuoni..

Questa stagione le sopracciglia tornano sui visi delle modelle e non solo ci sono, ma sono anche in primo piano. Se non sono piene e definite in modo naturale si disegnano, mentre per chi le ha già folte si gioca con il gel per renderle spettinate. Abbassate le pinzette, perché le sopracciglia le vorremo così: naturali e folte..

Lascia un commento